Organizzati

[Milano, Febbraio 2007] Convegno: Strumenti per le nuove tracciabilità nel trasporto e gestione valori

 

Il 15 febbraio 2007 si è tenuto a Milano, nella sala Assemblee di IntesaSanPaolo in piazza Belgioioso , il convegno “Strumenti per le nuove tracciabilità nel trasporto e gestione valori”, sotto il patrocinio della Regione Lombardia e dell’Università di Parma. Agli oltre 120 convenuti tra qualificati esponenti del mondo bancario, della grande distribuzione, degli istituti di vigilanza e molti security managers, sono state illustrate le possibili applicazioni della tecnologia “RFID” (Radio Frequency Identification) al trasporto valori per migliorare l’efficienza ed innalzare il livello di sicurezza dell’intero processo logistico del denaro materiale. i relatori del convegno hanno fornito ai presenti un quadro esaustivo della tecnologia RFID e delle sue potenzialità applicative alle fasi di movimentazione e contazione del denaro contante (banconote e moneta metallica). 
La tracciabilità costante ed automatica dei contenitori - fino al livello di busta o di mazzetta – è particolarmente indicata per prevenire o reprimere i furti interni che rappresentano la principale causa di ammanchi nell’intero sistema, come viene confermato a livello internazionale dalle statistiche degli assicuratori. i relatori del convegno hanno fornito ai presenti un quadro esaustivo della tecnologia RFID delle sue potenzialità applicative alle fasi di movimentazione e contazione del denaro contante (banconote e moneta metallica). La tracciabilità costante ed automatica dei contenitori - fino al livello di busta o di mazzetta – è particolarmente indicata per prevenire o reprimere i furti interni che rappresentano la principale causa di ammanchi nell’intero sistema, come viene confermato a livello internazionale dalle statistiche degli assicuratori. Alessandro Zollo, responsabile monetica dell’ABI ha tracciato un quadro molto dettagliato sulle modalità di pagamento in alcuni Paesi dell’euro-area per evidenziare il ritardo dell’Italia nell’utilizzo della moneta elettronica (carte di debito e di credito) che costa all’Italia diversi miliardi di euro all’anno. Pierluca Impronta, presidente del broker Marine & Aviation, uno dei principali partner dei trasportatori di valori italiani, ha evidenziato l’interesse del mondo assicurativo verso le innovazioni tecnologiche di comprovata affidabilità ed efficacia Stefano Quintarelli di Clusit (Associazione Italiana Per la Sicurezza Informatica) Gabriele Conzada del Centro Studi ItaSForum hanno illustrato la struttura teorica di un sistema RFID e le linee concettuali del suo possibile impiego nel trasporto valori, evidenziando i vantaggi per gli Utenti utenti (banche e grande distribuzione) e la possibilità di integrare RFID e GPS per estendere la funzionalità del sistema alla fase di recupero dopo sottrazioni per furto e rapina o perdite accidentali.
In sintonia con il livello di eccellenza scientifica cui si ispirano da sempre le attività di ItaSForum, i relatori del convegno hanno fornito ai presenti un quadro esaustivo della tecnologia RFID e delle sue potenzialità applicative fino a livello di busta o di mazzetta – è particolarmente indicata per prevenire o reprimere i furti interni che rappresentano la principale causa di ammanchi nell’intero sistema, come viene confermato a livello internazionale dalle statistiche degli assicuratori. E’ seguita Tavola Rotonda condotta dal vice presidente di ItaSForum Giannantonio De Roni, senior business analyst di UniCredit Group, che, con i contributi di Paolo Conti di RFID Italia (main sponsor del convegno), Antonio Rizzi, docente presso l’Università di Parma e fondatore di RFID Lab, Francesco Sacco docente presso l’Università Insubria e SDA Bocconi e Luca Tremolada editorialista del Sole 24 Ore, ha sondato gli scenari possibili per la diffusione di RFID in Italia anche in relazione alle “tipicità” nazionali.

 

Informazioni sull'evento

Tipo di evento Convegno
Data Febbraio 2007
Luogo Sala Assemblee di IntesaSanPaolo
Indirizzo  
Citta' Milano

 

 

< indietro

Facebook

Seguiteci anche su...

facebook       facebook       facebook

Area Riservata